Section 8: uno scandalo degno di nota.

Uscendo pesantemente fuori dal coro ho sempre trovato la saga di Halo scandalosamente brutta. Non mi sono mai capacitato di come la blasonata produzione Bungie sia riuscita a raccogliere così tanti fans sparsi per il globo. Il mio sgomento è ancora maggiore se penso alle milionate di copie vendute dal brand. Tutto è, a mio modo di vedere, scabroso: partendo dal comparto tecnico, passando per la trama, dai più considerata epica, a tratti davvero imbarazzante fino ad arrivare (parere personale) ai comandi davvero scandalosi. Questione di abitudine si potrà eccepire: certo, ma per chi, come me, è pesantemente abituato a Call Of Duty, il concetto stesso di sparare senza mirare (se si esclude lo sfavillante fucile di ‘sta ceppa di minchia) è chiaramente fuori dal mondo. Senza tralasciare l’aspetto più irritante a sicuramente più odiato a livello globale: le kill in salto. Sarà capitato a tutti prima o poi di beccare online qualche bimbominchia in un qualsiasi fps che ci fragga senza pietà saltando come una cavalletta. Di sicuro questo player proviene dal mondo di Halo.

Ogni volta che sul Live, qualcuno nomina questa odiata saga, la mia reazione/risposta è sempre la stessa: “Gioco di merda!”.

Fino ad oggi:

Section 8 è uscito ormai qualche anno fa. Section 8 è uscito con il compito di essere il nuovo Halo su xbox. Section 8 è principalmente un gioco online.

Section 8 fa ancora più schifo di Halo.

Se nel titolo Bungie, almeno si puo’ tentare di lodare il comparto online, con svariate modalità di gioco e una community solida e ultra completa di statistiche e informazioni, Section 8 si assesta sulla totale mediocrità a 360 gradi: non importa su quale aspetto ci si voglia focalizzare, tutto in questo gioco è un tripudio di grafica oscena, gameplay fatto alla cazzo in non più di 3 ore di lavoro (e se ci avete messo di più, ascoltate un cretino, cambiate lavoro) modalità da spararsi in faccia dalla noia e un senso di costante confusione che attanaglia anche il giocatore con uno stomaco forte. Chiudiamo il tutto con una campagna single player al limite del demenziale, con una trama che farebbe impallidire anche il mai troppo criticato Damnation.

Ecco servito su un piatto d’argento uno dei peggiori giochi che ho mai avuto il dispiacere di provare. Che Dio mi strafulmini se mai mi avvicinerò ancora a questo brand.

Annunci

Pubblicato il febbraio 17, 2012, in La Latrina, Videogiochi con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. sono ancora shockato da ieri.
    e ora, quando un gioco del genere cadrà inavvertitamente nel lettore della tua xbox e tu sarai in egual misura distratto e avventato da sbloccare il primo achievement, che farai?

  2. La vendo.

  3. l’avevo giocato, concordo. una vera merda, ma quando proverai giochi come jumper, gi joe, ti tornerà la voglia di giocare a section!

  4. Non giocherò mai più a porcate per alzare il gamerscore. A costo della vita. Solo robe di primissima qualità. Quindi mai più un gioco Ubisoft.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: