Archivi Blog

Asura’s Wrath: innovazione illusoria o solo un grande spettacolo?

Ammettiamolo, quelli di Cyberconnect la devono aver pensata bene dopo essersi accorti che il loro gioco alla fine dura poco più che 6/7 ore cacate, che invero si riducono drasticamente a 3 se avrete la pazienza di rigiocarlo più di una volta stuprando come cani il tasto back per skippare i lunghissimi intermezzi filmati. La bella pensata è proprio legata al fatto che laddove c’è un’evidente lacuna di “sostanza” videoludica si è tentato di puntare tutto sul fattore novità e sulle caratteristiche di narrazione.

L’anima interiore del gioco relega alla narrazione infatti tutta la propria struttura; rende per assurdo l’action di Capcom molto più simile a Heavy Rain che a Bayonetta, per spararla grossa, nel tentativo di far partecipare alla storia il giocatore / telespettatore in maniera efficace. Il risultato, se ci si ferma alla prima run, è molto buono; la storia, seppur imbevuta di abnormali clichè tutto anime e giappone, si lascia guardare anche se si fatica a trovare sequenze memorabili o personaggi dal grande aplomb o, peggio ancora, di dialoghi indimenticabili (finito il gioco avrete la sensazione di aver sentito solo gente che urla). L’interazione coi segmenti animati è tutta basata, ovviamente, sugli amati QTE, che grazie a dio non sono particolarmente ostici se non in qualche sporadico caso. Il fatto che l’elemento casuale sia legato solo a pochissimi eventi, contrattacchi per lo più, fa si che se vi segnate le sequenze giuste di ogni capitolo sarete in grado di ripeterle senza troppe ansie le volte successive.

Volte successive. Ecco la solita genialata, ovviamente riservata ai malati completisti come il sottoscritto: per millarlo è necessario sfoderare la migliore delle pazienze che vi rimangono poichè come minimo, e se siete superpotenti, lo dovrete rigiocare 3 volte. Due delle quali ottenendo il fatidico “grado S” in ogni capitolo. Il fattore di valutazione, essendo un gioco Capcom, non poteva certo mancare e devo dire che anche in questo caso non hanno particolarmente esagerato in quanto a severità. L’unico parametro che a volte è leggermente più difficile da sostenere è quello legato al tempo, e il tutto andrebbe calibrato in base alla difficoltà di gioco (in difficile le botte le sentirete molto di più) e in base alla “barra” utilizzata, una serie di indicatori che sbloccherete man mano che proseguirete a milgiorare le vostre performances e che vi daranno speciali bonus in quanto a salute, energia o mosse speciali. Nulla di dannatamente complicato, il sistema action di gioco sarà legato a pochissime combo e a un sistema molto semplificato di mosse speciali e attacchi a distanza. Anche durante queste fasi sarà importante avere colpo d’occhio e intercettare QTE per effettuare contrattacchi o schivate devastanti. Personalmente mi sto trovando benissimo con una sequenza-tipo 90 volte su 100 efficace, soprattutto sui boss: attendete qualche istante in modo tale da vedere la mossa del nemico e appena vedrete iniziarla andate di schivata con    e immediatamente caricate il colpo tenendo premuto   seguito da una semplice combo (sempre 3 volte). Nella maggioranza dei casi il nemico sarà a terra e potrete sferrare il vostro colpo super-ninja-powered con .

Tutto qui, davvero. Con qualche isolata variante, come ad esempio se notate di finire sempre troppo distante dal nemico c’è l’utile combo salto tenuto premuto, o per eliminare in fretta i fastidiosissimi nemici volanti andate di selezione bersaglio con e poi salto e mentre siete in aria .

In definitiva, AW non è un brutto gioco. Tentare i gradi S nei vari capitoli e nelle varie difficoltà devo ammettere che è sufficientemente divertente. Il rischio è che si arrivi per conseguire gli obiettivi più difficili a una sorta di assuefazione – overdose, poichè il sistema di gioco nonostante sia fluido e semplice tende a stufare col tempo. In questo caso i premiati saranno coloro che riusciranno ad ottenere valutazioni alte fin da subito, non obbligando replay forzati delle stesse sezioni.

Just Cause 2

DIFFICOLTA’:5/10

ORE NECESSARIE AI  1000G : 60/70 0re (anche meno se affrontato subito alla difficoltà max)

OBIETTIVI BASTARDI: 75% di completamento (la strada sarà lunga)

  • E’ sicuramente un gran bel open-world. Vi consiglio di iniziarlo subito alla difficoltà massima in modo da giocarlo solo una volta.  Non è così impegnativa come si può credere, soprattutto perchè il gioco è supportato da un sistema di salvataggio automatico che fa sì che si finisca per non ripetere troppe volte un certo passaggio della storia.  Potenziate da subito il fucile d’assalto ed una pistola, ricordatevi di scaricare il pacchetto gratuito dal live che contiene alcune auto senza le quali l’obiettivo di guidarne 104 sarà IMPOSSIBILE,  iniziate da subito a salire su tutti i mezzi.
  • Affrontate la prima missione principale dopo di che lasciate perdere le altre che vi appariranno e date la precedenza alle missioni delle 3 fazioni ed alle relative roccaforti appena si sbloccheranno.
  • Con un aereo fate un bel giro della mappa a bassa quota in modo da avere più segnalini possibili di cittadine, così con il “teletrasporto rapido” del mercato nero potrete raggiungere più velocemente qualunque località.
  • Per quanto riguarda le sfide date la precedenza a quelle con auto o barche che sono le più facili, dopo dedicatevi a quelle di volo ma non fatele con l’aereo che vi viene messo a disposizione, ma con l’elicottero (possibilmente potenziato al massimo) (il primo,  Rowlinson o qualcosa del genere).
  • Quando individuate una base militare andateci con l’elicottero prima menzionato ( potenziato al max così ha anche 2 mitragliatori) e sparate a tutto ciò che vedete, fatte con questo mezzo vi verranno moooolto più semplici. Volate a bassa quota, distruggete prima le torrette della contraerea e poi verificate se ci sono colonnelli, se ne trovate uccideteli a colpi di mitragliatore dall’elicottero (se affrontati a piedi sono molto più ostici), dopo aver fatto un bel giro per la mappa a caccia di basi militari con colonnelli,  fate un bel giro sui grattacieli, all’aeroporto, al porto e al quartier finanziario di Panau, dove di colonnelli ne troverete in quantità.
  • Ok,  a questo punto avrete fatto quasi tutti gli obiettivi delle uccisioni ecc. ,  ora dedicatevi alla trama principale e portatela tranquillamente alla fine.  Finita la trama vi si sbloccherà la modalità mercenario che vi servirà per portare a termine tutti quegli obiettivi che vi sono rimasti, compreso il peggiore:  arriva al 75% di completamento del gioco.
  • Per fare punti e aumentare la percentuale, andate in giro con il solito elicottero e distruggete tutto ciò che vi capita, andate a raccogliere almeno 150/200 manufatti delle fazioni e completate tutte le città (più piccole sono meno ci metterete) che potete e tutte le postazioni radar (facilissime).  Quando avrete finito il gioco e sbloccato tutti gli obiettivi, a parte il 75%,  mettetevi comunque comodi perchè vedrete la vs percentuale salire dello 0,01 allo 0,03 per ogni cosa fatta, e vi porterà via parecchio tempo.  Il gioco è veramente divertente e godibile ma quest’ultimo obiettivo da un nuovo significato alla parola noia.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: